Da Rubrica Della Dott.ssa VIOLA DANTE ad aggregatore di notizie ed informazioni =)

lunedì 28 maggio 2012

Piedi, Caviglie, Gambe Gonfie e Doloranti? Cause, Sintomi e Rimedi


Quello dei piedi e delle caviglie gonfie è un problema molto comune, soprattutto tra coloro che non sono più giovanissime. Proprio loro sono tra le più colpite.
Accade che un accumulo anormale di fluidi ristagni a livello dei piedi, delle caviglie e delle gambe, facendole gonfiare anche in maniera abnorme.
Questa condizione è chiamata edema periferico. Purtuttavia i termini più usati sono: caviglie gonfie; piedi gonfi; gambe gonfie.

Caviglie e piedi sono le zone anatomiche più colpite (dove è più facile notare l'accumulo di liquidi). Ma non è raro che polpacci e cosce possano essere ugualmente interessati.

LE CAUSE - Piedi, caviglie e gambe gonfie si presentano a seguito di una di queste, o più di queste, situazioni:
  • Quando si mantiene per lungo tempo la posizione eretta;
  • Quando si sta seduti (in macchina o in aereo) sempre nella stessa posizione e con le gambe penzoloni (penso ad un viaggio in macchina o un volo transoceanico);
  • Quando si è in sovrappeso;
  • Quando si è in la con l'età;
  • Dopo una ferita o un infortunio a caviglie e/o piedi;
  • Durante il periodo mestruale (solo per qualche donna);
  • Durante la gestazione - un abnorme gonfiore di piedi, caviglie e gambe può essere un campanello di allarme per la preeclampsia, patologia conosciuta anche con il nome di tossiemia e che prevede ritenzione idrica, gonfiori e ipertensione;
  • A causa del morso o della puntura di un insetto;
  • A causa di malnutrizione o inedia;
  • A causa di un'infezione alle gambe;
  • A causa di una insufficienza venosa (quando le vene delle gambe non sono in grado di pompare adeguatamente il sangue al cuore);
  • A causa di una ostruzione dei linfonodi delle gambe;
  • A causa di un coagulo di sangue;
  • A causa di ustioni (anche solari);
  • A causa di vene varicose;
  • A seguito di una operazione alla gamba o caviglia o piede;
Avere piedi, caviglie e gambe gonfi è un segnale da non sottovalutare.
Bisognerebbe subito correre ai ripari per poter scongiurare patologie molto gravi.
La ritenzione di fluidi all'estremità degli arti inferiori, infatti, può essere il segnale di insufficienza cardiaca, insufficienza renale o insufficienza epatica. Non si scherza con nessuna di queste tre condizioni.
Quando il cuore o il fegato o il rene non funzionano più bene, accade che ristagni troppo liquido all'interno del corpo e che non lo si riesca a drenare con efficacia.

Purtuttavia non possiamo escludere le cause farmacologiche.
Alcuni medicamenti possono causare o aggravare il gonfiore a piedi, caviglie e gambe.
Tanto per fare alcuni esempi:
  • Farmaci per cure ormonali (come le pillole anticoncezionali): estrogeni o testosterone;
  • Farmaci per regolare la pressione sanguigna (come i bloccanti dei canali del calcio - nifedipina, amlodipina, diltiazem, felodipina e verapamil);
  • Steroidi;
  • Farmaci antidepressivi come gli inibitori MAO - fenelzina e tranilcipromina - e i triciclici - nortriptilina, desipramina e amitriptilina;
Rimedi In Casa - Quando ci si accorge di avere i piedi, le caviglie o le gambe gonfie, è doveroso non tirare la corda e provare a porvi rimedio nell'immediato.

La prima cosa che si può fare è quella di sollevare contro un muro le gambe, così che si trovino ad una altezza superiore a quella del cuore.
Prendete dei cuscini, sdraiatevi per terra e alzate le gambe, poggiandole al muro.
Si può fare la stessa cosa usando sedie e divani o letto, ma (oltre ad essere meno efficace - per via dell'altezza) può essere pericoloso. Ci si può trovare improvvisamente a terra.

Un'altra cosa che si può fare è quella di indossare delle cavigliere e delle calze elastiche, che possano comprimere la zona interessata così da contrastare in parte la forza gravitazionale. Trovate cavigliere e calze elastiche in farmacia o in altri negozi di forniture mediche.

L'alimentazione è al centro dell'omeostasi corporea. Il nostro stato di salute dipende fortemente da come trattiamo l'organismo. Seguire una dieta povera di sale aiuta a tenere bassa la pressione arteriosa e a ridurre la ritenzione idrica.

Inoltre dovreste provare ad mettere poco poco sotto sforzo le gambe.
So che può sembrare una richiesta marziana, l'esercizio fisico farà contrarre i muscoli che aiuteranno il sistema linfatico a recuperare i liquidi, portandoli in dietro verso il cuore.



LA PREVENZIONE - Prevenire piedi, caviglie e gambe gonfie è piuttosto semplice.
Come prima cosa evitate di passare troppo tempo seduti o in piedi nella stessa posizione. E' molto importante muoversi almeno un po. Se siete in viaggio in macchina, sarebbe opportuno fermarsi ogni tanto per sgranchire le gambe. Una piccola passeggiatina aiuta a rivitalizzare la circolazione ed il recupero dei liquidi stagnanti.
Evitate di indossare indumenti stretti.
Mantenete uno stile di vita sano, inteso come alimentazione ed esercizio fisico e, qualora foste in sovrappeso, tentate di dimagrire.

QUANDO CHIEDERE AIUTO - Nel caso in cui aveste il fiato corto, dolori e pressioni al petto, allora sarebbe il caso di chiamare il pronto intervento.
Situazioni allarmanti sono anche quelle nelle quali si ha contestualmente la febbre; le zone gonfie sono calde e rosse; la quantità di urina giornaliera si è ridotta notevolmente; si è in cinte e con le estremità degli arti inferiori notevolmente gonfie.

COME DESCRIVERE LA PROPRIA SITUAZIONE - Quando si chiede aiuto attraverso il telefono, è bene dare alla controparte tutte le indicazioni del caso, perchè ci possa suggerire immediatamente cosa fare per tamponare momentaneamente la situazione.

Domande comuni sono:
  • Quale parte del corpo è più gonfia del solito? I piedi, le caviglie, le gambe? Sopra o sotto il ginocchio?
  • Piedi, caviglie e gambe sono sempre gonfi o ci sono momenti della giornata nei quali la situazione migliora o peggiora?
  • Avete provato a fare qualcosa? Cosa ha migliorato la vostra condizione e cosa l'ha peggiorata?
  • Se alzate le gambe, il gonfiore si riduce?
  • Come descrivereste il vostro momentaneo stato di salute? Avete altri sintomi? Dolori al petto, al fianco, febbre, etc..?
Molte volte i dottori possono decidere di prescrivere dei diuretici, ma state attente perchè hanno anche degli effetti collaterali.
Prima di ricorrere ai farmaci, provate a cambiare lo stile di vita e a mettere in pratica i rimedi descritti in questo articolo.

Autore: Viola Dante © RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti:

  1. I suggerimenti che date sono molto utili. Grazie Giovanna.

    RispondiElimina
  2. Grazie.

    i consigli sono pratici,senza fronzoli inutili e attuabili.

    RispondiElimina
  3. mi è sembrato tutto molto interessante, grazie

    RispondiElimina
  4. Molto interessante visto che vai dal medico della mutua e non ti da nessun suggerimento, ringrazio tutto lo staff

    RispondiElimina

Per lasciare velocemente un commento, cliccate su [Seleziona profilo..] e poi su [Nome/URL]. Potete anche non inserire un indirizzo internet e mettere solo il nome :)
Grazie Per Il Commento!

Viola Dante

Benvenuti!

Questo blog scimmiotta una "Rubrica Giornalistica". Mi chiamo Viola. Adoro scrivere e chiacchierare. I temi delle mie pagine sono prettamente rosa: bellezza, salute, relazioni, etc...
Ma non vi lesinerò articoli su altri argomenti.
Prendetemi come una delle tante incognite della vostra giornata =)
Commentate e Tornate a trovarmi ... buona lettura!

Mi trovate su Google + o Facebook. Aggiungetemi Come Amica =)