© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante


Benvenuti sul mio blog/diario segreto. Vi informo che tutti gli articoli di lavoro sulla salute sono stati spostati sul mio nuovo sito salute e benessere!

Il Miglior Pranzo Da Portare In Ufficio

Pranzo da casa In un articolo precedente abbiamo preso in esame l’esodo dei lavoratori che si recano puntualmente presso bar, rosticcerie, ristoranti, salumerie, etc, all’ora di pranzo.

Abbiamo scandagliato i menù alla ricerca dei cibi più salutari. E ci siamo anche divertite nel giudicare questa o quella portata.

Oggi, invece, vorrei dare rilievo ad una sana abitudine: quella di preparare il pranzo a casa e poi portarselo a lavoro.

Se non è questo “mangiare sano fuori casa”, ditemi voi cosa lo è!

Ma non divaghiamo.

La migliore scelta sarebbe quella di preparare al mattino dell’insalata fresca (condita con un filo di olio d’oliva) o di optare per della verdura già lavata e tagliata. A questo abbondante contorno, è necessario aggiungere un pò di sostanza nutritiva. Vi suggerirei delle uova sode (due) o delle mozzarelle a fiocchi fresche o del prosciutto cotto tagliato a dadini.

Volendo si potrebbe portare anche un pò di frutta, ma ricordate che mangiare solo della frutta a pranzo è estremamente sbagliato.

Lo è per due motivi principali.

Il primo è squisitamente nutrizionale. Sebbene la frutta sia importantissima nella nostra alimentazione, essa non costituisce un pasto equilibrato.

Il secondo motivo è di tipo pratico. Dando un morso qua e un morso là, si potrebbe finire per mangiare troppa frutta.

Un ottimo pranzo da portare in ufficio sono anche gli spiedini già cotti di carne e verdure o pesce.
Si infilano comodamente nel tupperware (contenitore salva freschezza) e via!
Li trovate nel reparto surgelati di qualsiasi supermercato.
Buttatevi sugli ortaggi grigliati o sulle verdure come i peperoni che migliorano il senso di sazietà.

Evitate come la peste il take away. A causa del sale e dei grassi nascosti, questi cibi sono dei veri cavalli di troia: minano la salute (vedi ipertensione) e la forma fisica.

Bisogna resistere anche alla tentazione di mandare giù qualche dolce.
In questo caso la colpa è tutta da attribuire al sinergismo stress + zuccheri.

Questi ultimi infatti entrano molto rapidamente in circolo e danno immediatamente una sensazione di benessere. Purtroppo questa sensazione non dura molto. E dopo che l’insulina ha fatto abbassare la glicemia, sentiamo nuovamente il bisogno di mangiare un altro dolcino.

Autore: Viola Dante © RIPRODUZIONE RISERVATA
» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!

Chi sono? admin

Dopo il trasferimento del sito da un lido all'altro gli archivi hanno preso vita propria e sotto questo profilo sono stati raggruppati un sacco di articoli a tema eterogeneo. E' una sorta di "profilo comune" o "profilo ignoto" o "di prova". Venitemi a trovare su Salute e Benessere, dove è tutto più organizzato e più professionale.

Prova anche

Come prendersi cura del fegato e farlo stare meglio

Ti sei mai chiesta come facilitare il tuo fegato nella sua opera di autoguarigione? In …

3 Commenti

  1. Ottimo, mi fa' piacere sapere che ho fatto sempre bene!
    Io porto il 95% delle volte il pranzo da casa 🙂
    Peccato pero' che devo necessariamente scaldare con il microonde…e questo altera il gusto dei cibi 🙁

  2. Ottimi consigli, semplici, precisi, interessanti e sopratutto giusti: gli involtini anche a temperatura ambiente sono buoni (se non si ha un fornetto in ufficio o un qualcosa per scaldarli) e l'insalata fa sempre bene, insieme alla frutta! Nutrirsi bene è fondamentale per stare bene!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *