© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante


Benvenuti sul mio blog/diario segreto. Vi informo che tutti gli articoli di lavoro sulla salute sono stati spostati sul mio nuovo sito salute e benessere!

Scegliere Cosa Mangiare Ad Un Distributore Automatico Di Snack

Quando frequentavo l’università, la risorsa principale per mettere a tacere i morsi della fame era il classico distributore di snack e bevande.

Ma gli snack vanno bene se presi una tantum e soprattutto se mangiati con moderazione.
E mi rendo conto che, chiedere ad uno studente in preda alla fame o ad un lavoratore stressato di mangiare con moderazione al distributore, sia un pò come chiedere ad un assetato di non bere troppa acqua e di non berla tutta in fretta.

Tuttavia è possibile scegliere in modo da farsi meno male.

La scelta migliore ricade sicuramente sui biscotti secchi.
Sono piuttosto leggeri e nutrienti grazie ad ingredienti come burro, uova e latte.
Inoltre molto spesso la loro porzione è più abbondante delle altre.
Diciamo 60/70 grammi contro i 30/50 di altri snack.

Ottimi sono i taralli all’olio, costituiti da farina, vino, lievito, sale e olio d’oliva.
Saziano un pochino, addolciscono il palato e fanno meno male alla nostra linea rispetto agli snack, che citeremo alla fine.

Vanno bene anche le bruschette agli aromi più disparati; le barrette al cioccolato + cereali (non forniscono ne troppi zuccheri ne troppi grassi); le arachidi tostate (ottime per l’apporto di vitamina E e le discrete proteine, anche se la salatura e la tostatura cagionano loro un notevole aumento calorico. Sarebbe meglio mangiarle al naturale).

Sono decisamente da evitare i wafer al cacao o alla nocciola o alla crema di latte.
Il loro contenuto calorico è una vera e propria bomba.
Se mangiati spesso, portano inesorabilmente ad un aumento di peso.

Vale la stessa cosa per i croissant e snack simili.
La quantità di grassi che contengono è spropositata. Peggio ancora se sono ripieni di crema al cioccolato, al caffè o crema pasticcera.

A questo punto mi domando se non sia più salutare pranzare in un bar, panineria, pizzeria, etc o portarsi il pranzo da casa.

Autore: Viola Dante © RIPRODUZIONE RISERVATA
» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
loading...
» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
loading...

Chi sono? admin

Dopo il trasferimento del sito da un lido all'altro gli archivi hanno preso vita propria e sotto questo profilo sono stati raggruppati un sacco di articoli a tema eterogeneo. E' una sorta di "profilo comune" o "profilo ignoto" o "di prova". Venitemi a trovare su Salute e Benessere, dove è tutto più organizzato e più professionale.

Prova anche

Palmitoiletanolamide un coadiuvante molto importante nella lotta al dolore cronico

Oggi aggiungo un nuovo tassello all’articolo pubblicato tempo fa sugli antidolorifici. Rileggendolo, mi ero accorta …

Un commento

  1. Ciao Violaa =) nel mio blog ci sono dei premi per te
    passa a trovarmi =)

    http://esserebellenaturalmente.blogspot.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *