© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante


Benvenuti sul mio blog/diario segreto. Vi informo che tutti gli articoli di lavoro sulla salute sono stati spostati sul mio nuovo sito salute e benessere!

Scegliere Cosa Mangiare Ad Un Distributore Automatico Di Snack

Quando frequentavo l’università, la risorsa principale per mettere a tacere i morsi della fame era il classico distributore di snack e bevande.

Ma gli snack vanno bene se presi una tantum e soprattutto se mangiati con moderazione.
E mi rendo conto che, chiedere ad uno studente in preda alla fame o ad un lavoratore stressato di mangiare con moderazione al distributore, sia un pò come chiedere ad un assetato di non bere troppa acqua e di non berla tutta in fretta.

Tuttavia è possibile scegliere in modo da farsi meno male.

La scelta migliore ricade sicuramente sui biscotti secchi.
Sono piuttosto leggeri e nutrienti grazie ad ingredienti come burro, uova e latte.
Inoltre molto spesso la loro porzione è più abbondante delle altre.
Diciamo 60/70 grammi contro i 30/50 di altri snack.

Ottimi sono i taralli all’olio, costituiti da farina, vino, lievito, sale e olio d’oliva.
Saziano un pochino, addolciscono il palato e fanno meno male alla nostra linea rispetto agli snack, che citeremo alla fine.

Vanno bene anche le bruschette agli aromi più disparati; le barrette al cioccolato + cereali (non forniscono ne troppi zuccheri ne troppi grassi); le arachidi tostate (ottime per l’apporto di vitamina E e le discrete proteine, anche se la salatura e la tostatura cagionano loro un notevole aumento calorico. Sarebbe meglio mangiarle al naturale).

Sono decisamente da evitare i wafer al cacao o alla nocciola o alla crema di latte.
Il loro contenuto calorico è una vera e propria bomba.
Se mangiati spesso, portano inesorabilmente ad un aumento di peso.

Vale la stessa cosa per i croissant e snack simili.
La quantità di grassi che contengono è spropositata. Peggio ancora se sono ripieni di crema al cioccolato, al caffè o crema pasticcera.

A questo punto mi domando se non sia più salutare pranzare in un bar, panineria, pizzeria, etc o portarsi il pranzo da casa.

Autore: Viola Dante © RIPRODUZIONE RISERVATA
» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
loading...
» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
loading...

Chi sono? admin

Dopo il trasferimento del sito da un lido all'altro gli archivi hanno preso vita propria e sotto questo profilo sono stati raggruppati un sacco di articoli a tema eterogeneo. E' una sorta di "profilo comune" o "profilo ignoto" o "di prova". Venitemi a trovare su Salute e Benessere, dove è tutto più organizzato e più professionale.

Prova anche

Negli ultimi 40 anni le prospettive di vita dei malati di tumore maligno sono aumentate, grazie soprattutto agli esami di prevenzione.

Iniziamo la settimana con un articolo che parla di cancro e tassi di mortalità. Negli …